Sardegna, a Stintino e Sant'Antioco, concorso fotografico dell'Aics "A caccia di animali vivi"

I comuni di Stintino e Sant'Antioco aderiscono al concorso fotografico “A caccia di animali vivi”: dal 10 al 31 agosto ragazzi di età non superiore ai 14 anni potranno immortalare ogni essere vivente del mondo animale, dalla formica in su, incontrati su territorio urbano o extraurbano.

printDi :: 03 agosto 2022 12:43
coccinella in una foto naturalistica

coccinella in una foto naturalistica

(AGR) I comuni di Stintino e Sant'Antioco aderiscono al concorso fotografico “A caccia di animali vivi”: dal 10 al 31 agosto ragazzi di età non superiore ai 14 anni potranno immortalare ogni essere vivente del mondo animale, dalla formica in su, incontrati su territorio urbano o extraurbano. Condizione imprescindibile di ogni scatto: gli animali immortalati devono trovarsi rigorosamente in libertà, niente guinzagli e gabbie. I genitori dei bambini partecipanti dovranno postare le foto sulla pagina Facebook dell’evento (https://www.facebook.com/AICSAmbienteAPS/events/ dove è possibile trovare tutti i dettagli sull’iniziativa) e inviarle via mail a responsabileambiente@aics.it oppure via whatsapp a un numero dedicato disponibile su facebook all'interno dell'evento.

L’obiettivo del concorso, che fa parte dell’iniziativa Lifethlon di AICS dedicata all’empowerment delle nuove generazioni, è quello di avvicinare i più giovani al mondo animale. I ragazzi potranno partecipare sia da soli che in squadra e le foto verranno valutate dalla giuria AICS, che terrà conto dei like ottenuti dai singoli scatti, della location, dell’età del fotografo, del numero dei componenti dell’eventuale squadra di “cacciatori”.

Tolfa ed Allumiere sono stati i primi Comuni ad aderire all’iniziativa Lifethlon, ora si aggiungono i comuni di Stintino e Sant'Antioco e le richieste giungono costantemente dalla data del primo lancio, come racconta Andrea Nesi, responsabile ambiente di AICS: “Noi le attività come Lifethlon le chiamiamo empowergames e si ispirano ad un noto principio secondo il quale attraverso il gioco e il divertimento si possono affrontare anche argomenti noiosi, ottenendo dei risultati concreti”.

Uno degli obiettivi del concorso è far capire ai giovani che anche in un contesto urbano è possibile entrare quotidianamente in contatto con gli animali. Anche in una semplice piazza asfaltata con un solo albero, per esempio, si possono incontrare degli insetti, ai quali i probabilmente non viene mai prestata molta attenzione. “Il fine ultimo è quello di spiegare sempre in modo divertente e pratico quale sia il ruolo di ogni essere vivente, anche quello che appare più insignificante o addirittura fastidioso. Per spiegarlo utilizzeremo le prime 20 foto premiate dalla giuria con le quali realizzeremo un libro (digitale beninteso!) che si arricchirà di concorso in concorso con nuove foto e specie in modo da rendere protagonisti i più piccoli nell’intero percorso. La premiazione in sala consiliare del singolo comune con consumo di un brunch con prodotti locali ci farà chiudere il cerchio formativo utilizzando il tema dell'alimentazione legata al territorio, nostro altro caposaldo in AICS Ambiente”, conclude Nesi.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE