Mediterraneo da remare #PlasticFree sbarca a Grottammare

Nella tappa marchigiana Pecoraro Scanio rilancia l'istituzione dell'Area Marina Protetta della Costa del Piceno: Proteggere la biodiversità dell'Adriatico è un dovere, crea opportunità di difesa del territorio e di rilancio di un'attività turistica di qualità.

printDi :: 03 settembre 2021 11:49
Mediterraneo da remare #PlasticFree sbarca a Grottammare

(AGR) Continua il tour di Mediterraneo da remare 2021 #Plastic Free, la campagna nazionale itinerante promossa dalla Fondazione UniVerde, in collaborazione con Marevivo e con l’adesione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, che ieri ha fatto tappa a Grottammare, sul litorale marchigiano, presso lo Chalet NOA.

Dopo i saluti di benvenuto di Alessandro Rocchi (Vicesindaco di Grottammare) e di Adriano Maroni (Amministratore Chalet NOA e imprenditore ecologista), si è parlato di inquinamento da plastiche, di mobilità dolce e dello stato di salute dell’ecosistema marino in adriatico, insieme ai possibili strumenti di tutela.

In occasione dell'evento, Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente della Fondazione UniVerde) ha rilanciato l'iniziativa di accelerare le procedure per l'istituzione dell'Area Marina Protetta della Costa Picena “che comprende sette comuni e può diventare un altro elemento di tutela e valorizzazione della costa adriatica e del suo patrimonio naturalistico. La tutela degli ecosistemi marini non è un impegno stagionale. Ci dobbiamo occupare del mare sempre”. All’incontro è intervenuto anche Massimo Rossi, già sindaco di Grottammare ed ex presidente della Provincia di Ascoli, oggi portavoce del comitato che chiede l’Area Marina Protetta che ha ripercorso le tappe di questa battaglia ecologista, iniziata proprio quando Pecoraro Scanio era Ministro dell’Ambiente.

L'Amm. I.C. Giovanni Pettorino (Commissario straordinario dell' Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale), ha sottolineato: “La sostenibilità ambientale può essere raggiunta con il rispetto dell’ambiente marino e delle norme comportamentali. Abbiamo il dovere di dare alle generazioni più giovani quelle informazioni e quell’educazione necessaria affinché siano in grado di conservare questo immenso patrimonio e poterlo sfruttare con rispetto e coscienza”.

Alla tappa di Mediterraneo da remare sono intervenuti il C.V. Andrea Vitali (Comandante in seconda della Direzione Marittima delle Marche) e, in videomessaggio, Federico Pedini Amati (Segretario di Stato – Ministro – per il Turismo della Repubblica di San Marino) che ha rilanciato il sostegno alla campagna ricordando che la Repubblica di San Marino sta intraprendendo il percorso che la porterà all'eliminazione totale della plastica monouso.

Gianluca Carrabs (Amministratore Unico SVIM) ha presentato il progetto Blue Crowdfunding – Mare Circolare, un appello alla raccolta civica di fondi per liberare il mare dalla plastica, partendo dalle acque che bagnano le Marche: “È uno strumento innovativo messo a disposizione di un progetto europeo per la tutela del mare e della catena alimentare, che dà la possibilità a tutti i cittadini di contribuire”. Nell’ambito dell’incontro, si è tenuta una remata simbolica con canoisti e canottieri per promuovere l’uso di canoe e barche a vela e sensibilizzare al contrasto dell’inquinamento da plastica nei mari.

La tappa marchigiana della campagna Mediterraneo da remare, che vede rinnovata la Main partnership con Castalia, è promossa in partnership con: Federazione Italiana Canoa e Kayak, Marnavi e Chalet NOA. Parners tecnici: Lega Navale Italiana – Sezione di Ancona, Lega Navale Italiana – Sezione San Benedetto del Tronto, Kayak Picenum, Circolo Velico “Le Grotte” Grottammare, Adriatic Sea Kayak. Media partner: Agenzia di Stampa Italpress, Opera2030, Adriaeco, SOS Terra Onlus.

La campagna nazionale itinerante Mediterraneo da remare è nata da un’idea del Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, che da Ministro dell’Ambiente cambiò la denominazione del dicastero aggiungendovi la “tutela del Mare” ed è supportata da atleti del canottaggio e della canoa olimpionici e mondiali. Ha l’obiettivo di sensibilizzare la collettività alla tutela del Mare Nostrum e del suo delicato ecosistema e sostenere, al tempo stesso, le strutture turistiche operanti sui litorali marini, lacustri e fluviali che scelgono di mettere a disposizione dei propri clienti canoe e altre imbarcazioni ecologiche, promuovendo così un turismo sostenibile e amico del Mediterraneo.

foto pixabay

Photo gallery

logo
locandina presentazione iniziativa porto turistico Roma

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE