TARI, chi non paga....non può gettare i rifiuti in discarica?

L'invito al pagamento della TARI dal Campidoglio nelle cassette postali. Il Pd AMA chiede chiarezza e soprattutto un'adeguata informazione e pubblicizzazione ed eventuali provvedimenti per gli evasori. Anche le Isole Ecologiche richiedono l'avvenuto pagamento

printDi :: 30 luglio 2021 16:54
TARI, chi non paga....non può gettare i rifiuti in discarica?

(AGR) "Da qualche giorno - riferisce Flavio Vocaturo Pd AMA -  nelle cassette postali dei cittadini romani ci riferiscono che il Campidoglio avrebbe inviato avvisi con frasi del tipo : "Se non è in regola con il pagamento della TARI e non provvede al saldo delle bollette in sospeso, si potrebbe procederà alla richiesta di pignoramenti" Il tutto firmato dal comune di Roma che si è sostituito all'AMA. Lettere che sarebbero state inviate anche a quanti avevano già pagato ed erano in regola con il pagamento dei bollettini".


“Si tratta di un atteggiamento di una gravità assurda – ha sottolineato Falvio Vocaturo - e soprattutto non regolare a mio giudizio, in quanto, proprio la Giunta Raggi, ad esempio, lo scorso 8 luglio aveva approvato una delibera che permetteva a chiunque avesse avuto un danno economico dalla pandemia dovuta al COVID-19 di pagare le bollette TARI 2021 entro dicembre 2022. E quindi, tutte le posizioni avrebbero e dovrebbero essere analizzate ed eventuali evasioni accertate.Pretendiamo che il Campidoglio faccia chiarezza sulle lettere inviate e su eventuali richieste di pignoramenti”.


Intanto, però, chi non ha pagato la Tari o non può esibire il pagamento non può usufruire delle Isole Ecologiche. Riceviamo, infatti, dall’associazione SOS Soccorso Cittadino (X Municipio)  una protesta dettagliata sulla situazione venutasi a creare ad Acilia: “ Abbiamo ricevuto decine di proteste da cittadini arrabbiati per le nuove disposizioni trovate presso la discarica di Acilia-S.Giorgio nella quale è stato rifiutato lo scarico dei materiali a persone che non hanno esibito il pagamento della bolletta di quest'anno della TA.RI. Molti cittadini non sapevano della novità della presentazione della ricevuta dell'avvenuto pagamento, per cui, ci dovrebbe essere un minimo di elasticità nel rifiutare il materiale altrimenti accade che lo troviamo in qualche spazio abbandonato.


Bisognerebbe che la comunicazione avvenga dai media in modo da informare i cittadini in modo adeguato. A questo punto – continua la nota di SOS Soccorso Cittadino - Si confida in qualche direttiva più chiara circa la validità dei pagamenti effettuati”

“Nell’applicazione del principio l'amministrazione è nel giusto – commenta Flavio Vocaturo – ma è evidente che ogni decisione in tal senso deve essere ponderata e sopratutto comunicata con largo anticipo e non senza aver fatto prima un attento monitoraggio della situazione”.



Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE