Un Suberbonus per pochi intimi

ancora resistenze da parte dell’Agenzia delle Entrate alla semplificazione

printDi :: 26 novembre 2020 15:32
Un Suberbonus per pochi intimi

(AGR) Ormai il tema del superbonus 110% è sulla bocca di tutti da alcuni mesi, interpretato, tra l’altro come se fosse la panacea ai mali del nostro Paese. In realtà, almeno come si è trasformato nel corso del tempo, questo bonus non è affatto ciò che si pensa.

Gli operatori del settore (i commercialisti) si attendevamo dei chiarimenti e delle delucidazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, a valle della recente audizione dello direttore Ernesto Maria Ruffini, innanzi alla Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria.

Le tante e spezzettate norme e provvedimenti sul superbonus 110% necessiterebbero in effetti di una giusta razionalizzazione al fine di non portare a commettere errori e per i tanti consulenti coinvolti, non indurre i propri clienti a far commettere errori.

Ma così non è stato. Infatti non ci sarà da parte dell'Agenzia delle Entrate nessun testo unico delle interpretazioni né tanto meno una circolare omnibus che consentirebbe a tutti di avere un quadro più preciso ed affidabile.
In effetti la richiesta effettuata dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, nella stessa audizione, era basata sulla sistematizzazione della disciplina in generale ma nella specificità si sarebbero accontentati anche della sola, si fa per dire, interpretazione normativa inserita nell’ambito di una sorta di testo unico ovvero in una circolare riepilogativa rilasciata dall’Agenzia delle Entrate.

La questione della semplificazione, ancora una volta, resta fuori dalla porta d’ingresso dell’Agenzia delle Entrate che tende dunque a non volersi impegnare in tal senso, anzi, negando altresì ulteriori semplificazioni in virtù di una normativa troppo favorevole per i contribuenti e dunque, al contrario, meritevole di un inasprimento dei controlli che, invece, sono stati già ampiamente strutturati, al fine di stroncare potenziali atteggiamenti non idonei all’accesso alle agevolazioni fiscali.

Insomma l’accesso al superbonus 110% in questo clima di forte resistenza a far ripartire il Paese Italia diventa seriamente complicato viste le enormi responsabilità in capo ai tecnici, nell’ampia accezione della parola, e in capo ai cittadini e alle imprese che chiaramente risultano essere, ancora una volta l’anello debole della catena.

#commercialisti #commercialista #odcec

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE