Errore dell'ufficio stipendi del Campidoglio, le precarie della scuola hanno ricevuto buste paga pari a zero

Il consigliere del VI Municipio Dario Nanni denuncia: oggi 26 gennaio, ennesima beffa per le precarie della scuola che hanno visto ricevere dall'amministrazione le buste paga con importo pari a zero. La causa della beffa sarebbe stato un errore amministrativo

printDi :: 26 gennaio 2021 17:04
Errore dell'ufficio stipendi del Campidoglio, le precarie della scuola hanno ricevuto buste paga pari a zero

(AGR) "Oggi 26 gennaio 2021 ennesima beffa per le precarie della scuola del Comune di Roma che hanno visto ricevere dall'amministrazione le buste paga con importo pari a zero". Così in una nota Dario Nanni consigliere del VI Municipio.

Un fatto increscioso, pare riscontrato dalle lavoratrici di altri municipi. Gli uffici dei municipi attribuiscono la paternità dell'errore all'ufficio stipendi del Comune di Roma che a sua volta scarica la responsabilità sugli stessi Municipi. Insomma uno scarica barile - continua Nanni - che se non fosse per il fatto increscioso e che in ballo c'è la vita di tante persone potrebbe essere il copione di una commedia all'italiana. Già ad ottobre nel passaggio dai contratti part time al 75% al 100% c'erano stati dei disagi, infatti l'importo al netto dello stipendio era rimasto invariato e molte precarie ancora oggi devono ricevere la differenza dovuta alla firma del contratto al 100%".

"Insomma dopo non aver visto un euro da marzo a luglio 2020, dopo aver visto pubblicare una graduatoria del concorso totalmente sbagliata ora debbono subire anche l'affronto di ritrovarsi lo stipendio a zero. L'unico aspetto positivo - conclude Nanni - è che siamo a gennaio 2021, e tra qualche mese questa amministrazione lascerà il Campidoglio, anche se non sarà facile per chi subentra a rimettere a posto tutti gli errori di cui si sono resi responsabili i pentastellati in questi anni".

Photo gallery

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE