“La sanità pubblica non si svende, si difende" medici, dirigenti sanitari, infermieri, ostetriche in piazza il 5 dicembre

Confermato lo sciopero per il prossimo 5 dicembre organizzato dai sindacati di categoria: ANAAO ASSOMED, CIMO-FESMED e NURSING UP. Alle 11.30 sit-in a Roma in piazza SS Apostoli. "Scioperiamo dopo l’ennesima manovra economica, che ignora le esigenze dei professionisti della salute"

printDi :: 30 novembre 2023 15:04
“La sanità pubblica non si svende, si difende medici, dirigenti sanitari, infermieri, ostetriche in piazza il 5 dicembre

(AGR) Sarà Piazza SS Apostoli, a Roma, il fulcro delle manifestazioni che si terranno in tutta Italia in occasione dello sciopero nazionale dei medici, dei dirigenti sanitari, degli infermieri, ostetriche e altre professioni sanitarie, il prossimo 5 dicembre.

Alle 11.30 infatti inizierà il sit-in di protesta contro la manovra economica e in difesa del Servizio Sanitario Nazionale organizzato dai sindacati di categoria ANAAO ASSOMED, CIMO-FESMED e NURSING UP. Saranno presenti i segretari e presidenti nazionali delle sigle promotrici unite in un unico grande movimento di protesta, al grido di “La sanità pubblica non si svende, si difende!”.

«Dopo l’ennesima manovra economica, che ignora le esigenze dei professionisti della salute, mette in discussione i loro diritti acquisiti, e dimentica le necessità della sanità pubblica, è giunta l’ora di scioperare - dichiarano Pierino Di Silverio, Segretario ANAAO ASSOMED, Guido Quici, Presidente CIMO-FESMED, e Antonio De Palma, Presidente NURSING UP -. Ci vediamo in piazza per esprimere a gran voce tutta la nostra rabbia e la nostra delusione».

foto archivio AGR by pixabay

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE