Sfalcio della via Ostiense? Sinistra Italiana accellera: pronto un esposto in Procura

Marco Possanzini, portavoce di S.I. X Municipio è categorico: serve l’ennesimo incidente per intervenire e mettere in sicurezza questa importante arteria? E' necessario agire in fretta per evitare altri incidenti, presenteremo esposto in Procura

printDi :: 21 ottobre 2020 14:47
via ostiense

via ostiense

(AGR) "La Via Ostiense, una strada a rischio chiusura se non saranno predisposti interventi tempestivi. - denuncia Marco Possanzini (SI) - La Strada Provinciale 8 bis via Ostiense è un’ex Strada Statale ad oggi di competenza della Città Metropolitana di Roma Capitale. Il suo tracciato scorre parallelamente alla SP 8 Via del Mare e collega Roma con il suo mare. Da tempo denunciamo la pericolosità di Via Ostiense, precisamente nel tratto che va dall’incrocio con Via di Castel Fusano fino a Lido Nord, in quanto la corsia di marcia verso il mare è significativamente occupata dalla vegetazione, addirittura in alcuni tratti occupa la carreggiata per quasi mezzo metro coprendo interamente la linea continua che delimita il settore stradale. La corsia di scorrimento verso l’entroterra della città è invece disseminata di crateri e buche che costringono le auto in transito a guadagnare sistematicamente il centro strada, andando oltre, al fine di evitare gli impatti con i crateri. Le condizione descritte determinano nei fatti un pericolosissimo restringimento delle corsie che costringe le auto in transito, in entrambe i sensi di marcia, a convergere verso il centro strada al fine di evitare l’impatto con la vegetazione o con i crateri presenti sul manto stradale.

Sono necessari e urgenti interventi di manutenzione stradale oramai non più rinviabili. - sottolinea Possanzini -  Non si può far finta di nulla davanti ad una condizione di grave pericolo come quella esistente. La Presidente Di Pillo dichiarò pubblicamente che, per intervenire su questo tratto di strada, era necessario attendere dei lavori di adeguamento di alcune tubature previsti da ACEA. Sono passati mesi, di ACEA nemmeno l’ombra, cosa stiamo aspettando?

Servono delle immediate operazioni si sfalcio per liberare la carreggiata e serve un intervento di rifacimento del manto stradale, almeno nei punti più dissestati. Le piogge autunnali e le temperature rigide amplificheranno il fenomeno di sgretolamento dell’asfalto aggravando enormemente lo stato del manto stradale già oggi fortemente compromesso. Abbiamo protocollato mesi fa in Municipio X un documento per chiedere l’immediato intervento sulla Via Ostiense, per chiedere almeno un sopralluogo al fine di avere consapevolezza sullo stato dei luoghi. Chiedevamo solamente un intervento per mettere in sicurezza questa importante arteria di collegamento ma ovviamente, come tradizione di “quelli di adesso” vuole, nessuno ha risposto.

La pazienza è finita, non vogliamo assistere all’ennesimo incidente, non vogliamo si corra ai ripari dopo l’incidente mortale, vogliamo che qualcuno si attivi per impedire l’ennesima tragedia della strada. Il silenzio istituzionale, tipico di questa Amministrazione, sarà parte integrante dell’Esposto che presenteremo nei prossimi giorni presso la Procura della Repubblica di Roma e che inoltreremo anche in Prefettura. - conclude Possanzini - Non si può lasciare un minuto di più la Via Ostiense in una condizione di totale insicurezza. Faremo del tutto, in tutte le sedi possibili, così come abbiamo fatto per “stimolare” lo sfalcio della vegetazione su Via dei Pescatori, per far si che la Via Ostiense torni ad avere uno standard minimo di sicurezza ad oggi totalmente assente.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE