Matteo Marchetti, arbitro della sezione AIA di Ostia esordisce in serie A

È il secondo arbitro della Sezione di Ostia Lido ad arbitrare tra i professionisti dopo Riccardo Tozzi che arbitrò dal 2005 al 2013. È un arbitro che concede pochi rigori e usa poche volte i cartellini. Un esordio salutato con “commozione” dalla sezione AIA

printDi :: 20 febbraio 2021 18:18
Matteo Marchetti arbitro di Ostia foto AIA

Matteo Marchetti arbitro di Ostia foto AIA

(AGR) Esordio in Serie A per l’arbitro Matteo Marchetti. Il fischietto di Ostia, classe 1989, dirigerà infatti la sfida di cartello a Marassi tra Genoa e Hellas Verona, gara in programma alle ore 18. Sarà coadiuvato da Vivenzi e Ranghetti, quarto ufficiale Aureliano, al Var Valeri e Tegoni. È il secondo arbitro della Sezione di Ostia Lido ad arbitrare tra i professionisti dopo Riccardo Tozzi che arbitrò dal 2005 al 2013. È un arbitro che concede pochi rigori e usa poche volte i cartellini. Un esordio salutato con “commozione” e grande soddisfazione dalla sezione AIA che da anni opera con successo sul litorale romano. 

Matteo Marchetti

Matteo Marchetti

“Nove anni sono passati da quando Riccardo Tozzi, fiore all’occhiello della nostra sezione, ha calcato per la prima volta i campi del professionismo, in quella Serie C2 che ormai esiste solo negli almanacchi. Nove anni – si legge su una nota esplicativa dell’arbitro redatta dalla sezione AIA - come quelli che Matteo Marchetti ha impiegato, dagli albori dell’O.T.S., a raggiungere la soglia del professionismo. Matteo Marchetti è difatti stato inserito ufficialmente nell’organico degli arbitri di C.A.N. PRO per questa stagione, permettendo alla sezione di Ostia di rivivere le soddisfazioni di un tempo. La carriera di Matteo si contraddistingue per la capacità di bruciare le tappe con disinvoltura, cumulando oneri sempre più gravi senza dare il benché minimo segno di turbamento”.

Un “freddo” in sostanza capace di non perdere la bussola, qualsiasi cosa accada sul rettangolo di gioco. E’ un laureando in Giurisprudenza e le maggiori responsabilità sono una pratica quotidiana. Nel 2010 gli viene affidato il derby di Eccellenza tra Ostia Mare e Pescatori, Un anno e lo troviamo a dirigere con la consueta freddezza, dopo il passaggio alla CAI, a dirigere partite di cartello nel Sud Italia e la semifinale di Coppa Italia Pisa-Verbania. Tre anni di serie D, decine gli elogi ricevuti, arbitrerà oltre 50 partite nella quarta serie e da quel momento gli affideranno partite di assoluto valore nazionale in ambito giovanile. Finale Allievi dilettanti l’anno scorso e si arriva al derby capitolino degli Allievi professionisti di quest’anno, passando per un quarto di finale Playoff e una sequela di partite che hanno segnato il “turning point “dell’ultima stagione: su tutte, il derby pugliese Bisceglie-Fidelis Andria e la sfida al vertice Akragas-Agropoli.

“La promozione in CAN PRO - prosegue la nota della sezione arbitri di Ostia - sancisce il coronamento di un percorso lineare svolto da Matteo Marchetti con professionalità ed esemplare spirito di abnegazione, non facendo mai mancare alla nostra sezione e ai suoi associati una collaborazione tecnica od organizzativa”.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE