Ostia, aiuole del lungomare di ponente da ripiantare

Marco Possanzini (SI X Municipio) scrive: aiuole dismesse, siepi di pitosforo completamente essiccate, palme vistosamente ripiegate sul fusto ed in profonda sofferenza, bisogna intervenire. Il nuovo impianto di annaffiamento funziona?

printDi :: 25 settembre 2020 16:43
Ostia, aiuole del lungomare di ponente da ripiantare

(AGR) Sono partiti una serie di interventi per la manutenzione del verde sul litorale romano. Per ridare ad Ostia il volto della città-giardino c’è ancora molto da fare. Marco Possanzini, SI X Municipio punta il dito sulle aiuole del litorale di ponente con il degrado che avanza.

“Le essenze piantumate sul Lungomare di Ponente – scrive Marco Possanzini portavoce di SI -  sono rinsecchite. La situazione del lungomare è evidente: aiuole dismesse, siepi di pitosforo completamente essiccate, palme vistosamente ripiegate sul fusto ed in profonda sofferenza. Il nuovo impianto di annaffiamento, celebrato come una delle opere di irrigazione più avanzate ed efficienti del secolo, molto probabilmente si è guastato addirittura prima di entrare in esercizio? nonostante qualcuno lo abbia anche dovuto collaudare.

Sulle siepi e le palme rinsecchite, la maggioranza pentastellata aveva raccontato dell’esistenza di un contratto di assicurazione per una nuova piantumazione, a costo zero per l’Amministrazione, in caso di mancato attecchimento delle piante. Stupisce che una ditta, consapevole che quell’opera di piantumazione fatta in pieno inverno sarebbe fallita, abbia sottoscritto un’assicurazione per intervenire e sostituire a proprie spese le piante morte.

Sinora nessuna pianta è stata sostituita e di questa fantomatica assicurazione non ne parla più nessuno. Ci chiediamo se esiste o meno un accordo in tal senso oppure si è trattato dell’ennesima trovata promozionale del M5S tanto per gettare fumo negli occhi ai cittadini. Naturalmente faremo accesso agli atti per approfondire la questione”.

Sulla questione delle palme e delle aiuole l'assessore all'ambiente del X Municipio, Alessandro Ieva nel gennaio 2020 aveva dichiarato rispondendo ad una segnalazione di cittadini “…su una palma del lungomare di Ostia che non sarebbe mai stata annaffiata è mio dovere precisare che le piante non sono nella fase vegetativa, per cui non necessitano di molta acqua. Al contrario con l'acqua e il gelo le radici si potrebbero seccare. Proprio il X Municipio dopo anni ha provveduto a installare l'impianto di irrigazione tecnologico su tutto il tratto interessato dalla piantumazione delle palme e altre essenze del lungomare di Ostia ponente. Tutte le piante sono inoltre assicurate dalla ditta che le ha posizionate per 12 mesi e fino al loro attecchimento. Sarà proprio l'azienda, come previsto da contratto, a seguirle nei prossimi mesi”.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE